Intervista a Giulio Sinatra

Oggi è il turno del candidato sindaco per il Movimento 5 Stelle Giulio Sinatra.

Questa intervista data l’impossibilità del candidato di incontrarci è stata effettuata per via telematica inviando le domande il giorno 03/05/16 e ricevendo le risposte il giorno 07/05/16.


Quali sono le competenze che lei possiede per poter risanare il Comune?

Le mie sono le competenze di un gruppo di cittadini eterogeneo composto da tecnici, imprenditori, legali, professionisti, operai, casalinghe, disoccupati e tantissime altre categorie. Le loro competenze saranno le mie. Insieme daremo risposta alle istanze dei cittadini e ai bisogni della città.
Insieme saremo una forza !

Selezione pubblica degli assessori. Di cosa si tratta? Secondo quali criteri verranno scelti?

E’ insieme al M5S, la più grande novità nella politica degli ultimi decenni; permettere alle migliori professionalità, di potersi scommettere senza dover affrontare ricatti politici o favori elettorali, dovrebbe essere la normalità ma stranamente la nostra risulta essere a tutt’oggi una scelta rivoluzionaria. Gli Assessori verranno scelti da me e dal gruppo dei candidati al Consiglio; valuteremo il curriculum, l’esperienza tecnico-professionale, le integrazioni apportate a quello che è il programma elettorale che avevamo già reso pubblico ancor prima di lanciare tale avviso di selezione e in ultimo il colloquio che ci servirà a capire quali ideali e motivazioni spingono il candidato a formulare la propria partecipazione. Sceglieremo il miglior “humus” per far crescere il nostro progetto politico e per dare le opportune risposte alle istanze della città.

Ma così non c’è il rischio di creare una squadra che non è una squadra? Magari persone che hanno ideali totalmente diversi l’uno dagli altri. Cosa succederà se non si dovesse creare armonia in giunta?

L’ideale è rappresentato dal Programma elettorale con il quale anche gli Assessori si presenteranno ai cittadini, questo sarà il nostro obiettivo; trasformare in realtà le idee condivise con tantissimi caltagironesi. Se ognuno lavorerà per raggiungere i traguardi prefissati ed esposti non vi saranno disarmonie ed in ogni caso tutto è risolvibile, defezioni comprese.

Esiste qualcuna delle attuali formazioni politiche in campo a cui vi sentite più vicini?

Per ciò che concerne le formazioni politiche in campo, potremmo sentirci vicini solo al Fronte Nazionale Siciliano perché siamo già impegnati giornalmente a livello regionale nella concreta difesa degli interessi del popolo siciliano contro una classe politica chiaramente asservita ai voleri di Roma.

Lasciate aperta la possibilità di alleanze al ballottaggio?

C’è una sola alleanza per noi possibile, quella con i Cittadini. Per il resto le nostre storie ed il nostro programma sono a disposizione di chiunque, ritenendole valide, voglia sostenerle.

Quali sono state le battaglie locali del M5S negli ultimi 5 anni?

La più grande battaglia è stata quella di sensibilizzare i Cittadini sui temi della “ Cittadinanza Attiva” e della “Democrazia Partecipata”. Diverse le proposte fatte alle precedenti Amministrazioni, ne cito solo alcune: esigere il pagamento della TARI (prima tarsu) sugli stalli blu da parte della SOSTAUTO, avviare un’attenta ricognizione delle concessioni sui loculi cimiteriali comunali prossime alla scadenza avviando le pratiche per il loro rinnovo, la diretta streaming delle sedute del Consiglio Comunale, l’adesione dell’Amministrazione alla “Strategia Rifiuti Zero”. Inoltre tramite i nostri Portavoce Rizzo e Cappello ci siamo impegnati su diversi fronti, quali: METROPOL, EX CARCERE S. BONAVENTURA, TRIBUNALE, MUOS, LIBERTINIA, Istituto d’arte per la Ceramica, Liceo Musicale, la CTA di S. Pietro ed altro ancora controllabile attraverso i siti di Camera e Regione.

Leggo dal vostro programma: “Nel quadriennio (2012/2015) si ha un disavanzo corrente di circa 8,5 milioni di euro, disavanzo maturato soprattutto negli esercizi contabili 2012 e 2013, situazione questa che non permette una normale gestione finanziaria dell’Ente. Il M5S Caltagirone ha già posto la questione ai propri “gruppi parlamentari” di Camera e Senato ed attraverso l’interlocuzione con esperti contabili abbiamo strutturato una proposta da porre all’attenzione dell’intero Parlamento e del Governo. Risolta la questione di cui sopra, il M5S per il futuro intenderà intraprendere una politica di bilancio che riduca a zero gli sprechi”. Date per scontato che i parlamentari nazionali risolveranno la questione, ma sono all’opposizione. Se non dovesse riuscirci?

I nostri portavoce hanno già posto all’attenzione del Parlamento e del Governo la questione; la funzione della Politica è quella di risolvere le problematiche, normandole. Il “Caso Caltagirone” a tutt’oggi non è stato previsto e dunque bisogna legiferare in tal senso, anche nell’ottica di situazioni future riguardanti altri Comuni in dissesto. Un Governo ed un Parlamento incapaci di legiferare e risolvere le questioni non avrebbero nemmeno senso d’esistere e quindi “ob torto collo” dovranno prendersi la responsabilità di risolvere la questione permettendo all’Ente di poter continuare ad espletare le funzioni che gli competono per legge.

Nel vostro programma sono presenti OTTO consulte da istituire. Fra tutte cito la Consulta degli Immigrati. Non si sta un po’ esagerando? Non si rischia di appesantire eccessivamente il processo decisionale con pareri, proposte, revisioni e quant’altro?

Non credo che le Consulte possano appesantire il processo decisionale dell’Amministrazione, al contrario saranno occasione di confronto con i cittadini, specie su questioni particolarmente sentite. Noi abbiamo sempre puntato sulla democrazia diretta e le Consulte rappresentano l’inizio di un processo partecipativo che vedrà coinvolti tutti i cittadini. Nella nostra società sempre più diversificata, è indispensabile assicurare l’integrazione e la partecipazione di tutti i cittadini per garantire coesione sociale ed interazione armoniosa.

Ancora dal programma: “Istituire un “Centro di ascolto per le famiglie” che dovrà essere preposto alle attività di supporto e presa in carico delle famiglie in difficoltà che vivono una condizione perpetua di marginalità, attraverso un’anagrafe delle fragilità ovvero un elenco di persone che hanno rischio imminente di isolamento sociale ed economico, creando un raccordo con le istituzioni per il loro reinserimento e sostentamento.” Cosa si intende per presa in carico? Questo “anagrafe della fragilità” non è umiliante per chi ne fa parte?

Il Centro di ascolto avrà una funzione cruciale per dare risposte adeguate alle esigenze di chi vive in condizioni di disagio sociale ed economico; ciò non significa necessariamente essere destinatari di misure economiche, ma individuare le criticità per risolverle, anche attraverso la collaborazione di Associazioni di volontariato. La “presa in carico” significa avere contezza di ciò di cui le famiglie hanno realmente bisogno, naturalmente vi sarà la massima attenzione per la tutela dei dati sensibili.

Perché dedicate tre pagine del programma alla tutela degli animali e due al bilancio?

Tante sono state le istanze e le proposte in merito alla tutela degli animali ed al fenomeno del randagismo, ciò sta a significare che è un tema assai sentito dai Cittadini. Sul Bilancio il tutto passa, nella prima fase almeno, dalla risoluzione “dell’unicum” rappresentato dalla disastrosa situazione economico-finanziaria che ha travolto l’Ente e la Città. Tra l’altro il nostro programma non è a compartimenti stagno ma vive di un’integrazione e di una sinergia concettuale tra tutti i punti. Un esempio calzante: il Comune di Caltagirone spende, e questo passa attraverso il nostro bilancio, circa 1800,00 € l’anno per ogni cane randagio che viene ospitato presso un canile privato. Provate a moltiplicare tale costo per cento cani e vi renderete conto di come il problema del randagismo incida sul bilancio e sulle casse comunali (180.000 € l’anno). A tal proposito abbiamo già individuato delle soluzioni e quindi allo stesso tempo dedicato attenzione a possibili strategie atte al riequilibrio del bilancio.

Un esempio di spreco che vorreste tagliare in merito ai servizi.

Lo spreco più grosso che da anni si manifesta nella nostra Città è rappresentato dalle 12.000 (dodicimila) tonnellate di scarti che ogni anno conferiamo in discarica con tutti i costi che ne conseguono per la collettività. Dobbiamo trasformare lo spreco in risorsa, l’inefficienza in efficienza; questo è il cambiamento che proponiamo alla Città. Detto ciò verificheremo consulenze e avvocati esterni, assistenze specialistiche per accertamento e recupero crediti nonché per manutenzione software non open source.

Voi siete per l’acqua pubblica, e avete dichiarato nel programma di voler riportare questo servizio al Comune. Però tra il dire e il fare c’è un contratto che prevede delle penali e delle condizioni. Come si fa?

La SIE è una società illegittima e di conseguenza priva di alcun titolo a gestire il servizio idrico, tale situazione non è stata sancita oggi ma già nel 2006 attraverso una sentenza del CGA. Altre sentenze successive a questa hanno sempre confermato tale fattispecie, non possono esistere né contratti da rispettare, né penali da pagare con una società priva di legittimità.

Descriva con un aggettivo i candidati:

Pignataro – Disperato

Sinatra – Coerente come il M5S

Ioppolo – Astuto

Cosentino – Sognatore

Giannetto – Ritardataria

Roccuzzo – Politicante

Un messaggio per convincere i cittadini a votarla.

Credete in voi stessi e nel contempo nello spirito di comunità, non arrendetevi allo sconforto, siate orgogliosi, non lasciatevi sedurre dal compromesso, non scendete a patti con la vostra morale, siate liberi. Votate per Voi stessi , Votate Movimento 5 Stelle. Io sono uno di Voi, “loro” lo sanno e hanno paura che i cittadini, come noi, siano finalmente consapevoli che non hanno bisogno di loro e che possono “cancellarli” per sempre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...