Università di Medicina: il sistema italiano a confronto con quello francese

Molte volte durante il mio percorso di studi ho sentito il peso di una profonda frustrazione nel memorizzare cose che mi sembrava un’assurdità dover ricordare: i minuziosi dettagli di una infinità di farmaci di cui forse solo un decimo ho visto prescrivere (trattasi di prescrizioni del medico di famiglia ai miei parenti), la descrizione dettagliata di interventi su un piano rimasto visionario, la minuziosa spiegazione di certe lesioni al vetrino o all’imaging osservate soltanto sui libri e sui quali è provato poter ricavare ottimi disegni per bambini unendo i puntini. Continua a leggere

Annunci

Danilo chiede giustizia: una voce contro il silenzio delle istituzioni

È trascorso più di un mese dalla morte di Danilo, tragicamente travolto a Catania sull’attraversamento pedonale di Viale Andrea Doria. Le lezioni universitarie sono alle porte delle aule e presto torneremo a percorrere ogni giorno la circonvallazione verso la Cittadella universitaria e il Policlinico. Tutti, ma non lui, ucciso dalla noncuranza di un guidatore del quale non conosciamo ancora né il nome, né il volto. Continua a leggere

La tragedia di Danilo, studente travolto sulle strisce pedonali. Un fatto che deve farci riflettere

A Catania il passaggio pedonale di Viale Andrea Doria, all’ingresso della Cittadella Universitaria, è un attraversamento obbligato per chiunque debba recarsi alle Facoltà scientifiche della città. Da giorno 24 Luglio, per noi, quelle strisce pedonali raccontano solo un’unica storia. Una tragedia immane, brutale, insensata, che ha un nome e un volto: Danilo, studente del quinto anno alla facoltà di Medicina, la mattina di quel lunedì si era recato a sostenere l’esame di Ginecologia. Continua a leggere

La scarcerazione di Riina: una dura possibilità che va accettata

Ci sono delle questioni che scatenano immediato sconcerto: è ciò che mi è accaduto nel leggere che il boss Riina, vecchio e malato, ha diritto a una morte dignitosa. Alla possibilità che venga scarcerato ho sentito profondo disgusto. A questo, poi, ha fatto seguito una analisi più ragionata che per strade diverse mi ha condotto ad altri due accaduti: del primo, molto meno amaro del terzo, ve ne parlo subito. Continua a leggere

Io, Claude Monet: un racconto tra inchiostro e pittura

Io, Claude Monet, il nuovo docu-film di Phil Grabsky nell’ambito della stagione della Grande Arte al Cinema, descrive tramite una visione onirica e sensazionale l’opera e la vita dell’artista impressionista. Lo schermo si trasforma in tela su cui la macchina da presa registra le tumultuose pennellate conservate nei diversi musei al mondo; le parole sono alcune delle numerosissime lettere che l’artista rivolse in vita ad amici e cari.

Continua a leggere