Le 10 (+1) cose che hanno caratterizzato il 2016

L’anno dei cambiamenti importanti? Forse. L’anno delle previsioni sbagliate? Non proprio. L’anno con cui ci si lascia definitivamente alle spalle il XX secolo? Potrebbe essere. È difficile definire il 2016 con poche parole, anche perché questi dodici mesi sono stati caratterizzati da tanti eventi, molti dei quali parecchio rilevanti. Conscio di ciò, vi propongo, come per il 2015, una carrellata dei fatti che, secondo me, hanno maggiormente contraddistinto l’anno che abbiamo trascorso, facendo una macedonia di grandi e piccoli eventi, a qualsiasi latitudine e senza un particolare ordine. Continua a leggere

Annunci

Le 10 (+1) cose che hanno caratterizzato il 2015 italiano

Avete presente le date scritte sui libri di scuola? Quelle che nessuno di noi riesce a ricordare con facilità? Ecco, io ogni tanto mi chiedo se alcuni degli anni che vivo finiranno tra quelli che i futuri studenti dovranno imparare a memoria. Il 2001, con il crollo delle Torri Gemelle, probabilmente sarà tra quelli. Così come il 2008, quando iniziò la più grave crisi economica dalla Grande Depressione. E il 2015? Forse sì. Forse l’anno che sta per concludersi verrà considerato un anno importante nella storia del XXI secolo. La Grecia a un passo dall’abbandonare l’euro e gli attentati terroristici che hanno colpito Parigi a gennaio e novembre rimarranno eventi di cui si parlerà anche negli anni a venire. Ebbene, oggi proverò a ricapitolare i fatti salienti di questo 2015, tralasciando gli eventi con risonanza mondiale e volendomi occupare solo di quelli successi nel Belpaese (con un piccolo focus finale sulla Sicilia e su Caltagirone). Continua a leggere

L’Italia è una repubblica democratica fondata sull’‪#‎hashtag‬

I politici non fanno mai quello che promettono, sono bravi solamente a parlare: spesso si sente uscire questa frase dalla bocca di molti italiani. Constatazione alcune volte veritiera, altre volte affrettata. Ma siamo proprio sicuri che i nostri politici siano bravi a parlare? In questo pezzo faremo un (deprimente) viaggio tra i tweet, le note e le dichiarazioni dei nostri governanti. Continua a leggere

Quello strano vizietto della Madonna

Nel Sud Italia la religione ha spesso connotati scaramantici. È piena di rituali, cerimonie, tradizioni. Esempio eclatante di come viene vissuta la fede sono le manifestazioni per il Santo Patrono: spettacolari, simboliche, spesso con effetti scenici sorprendenti. Insomma, un’attrazione per i turisti e un motivo d’orgoglio per i residenti. San Gennaro, San Nicola, Santa Rosalia e Sant’Agata sono protettori di alcune delle più grandi città italiane. E potremmo noi non omaggiare loro e tutti i colleghi Santi Patroni? Non sia mai! È per questo motivo, per esplicitare l’amore e la devozione viscerale che unisce ogni credente al proprio Santo, che ogni anno, da secoli, città, paesi, paesini, villaggi e perfino quartieri organizzano feste e celebrazioni in cui sfilano tutte le grandi istituzioni: sindaci, vescovi, comandanti delle forze dell’ordine, boss mafiosi. Continua a leggere

EXPOpuli, vox rei: scandali made in Italy

Ci siamo superati! Da non crederci, ma ce l’abbiamo fatta. Due in un solo giorno. Scajola ed Expo, grazie. Grazie davvero. Non ne potevamo più di sentir parlare di Renzi, Juve, elezioni europee. Da qualche giorno mancava qualcosa. Qualcosa di abituale, una tradizione. Non se ne poteva più di aprire il giornale e trovare notizie diverse (diciamo…) dal solito. Ma grazie a voi, Scajola e imprenditori dell’Expo, siamo tornati alla normalità. Una boccata di ossigeno indispensabile: è tornato uno scandalo. Anzi no, due scandali. Continua a leggere