Edipo a Colono: la tragedia dell’ultimo

Qualche giorno fa, esattamente il 13 maggio, abbiamo festeggiato i quarant’anni dall’introduzione della legge Basaglia, che per la prima volta restituì il diritto di cittadinanza alle persone con disturbi mentali chiudendo gli ospedali psichiatrici. A questo penso quando siedo sull’antica pietra a vedere la rappresentazione classica di Edipo a Colono. Essa è infatti la tragedia dell’ultimo, dell’alienazione mentale, con protagonista un uomo di pubblico scandalo – assassino del padre e sposo della madre, con la quale ebbe quattro figli-fratelli – che andrebbe convenientemente allontanato dalla società. Come la comunità dovrebbe gestire quelli che (non sono gigli, ma son pur sempre figli vittime di questo mondo? I greci tracciano una strada da seguire e la imboccano, come sempre, secoli e secoli prima di noi. Ma non basta.

Continua a leggere

Annunci

La guerra in Siria: il conflitto ai giorni nostri

La guerra in Siria è iniziata nel Marzo 2011 sull’onda della Primavera araba. Quattro ragazzi su un muro a Derea hanno scarabocchiato “è il tuo turno, dottore”, intendendo che sarebbe toccato ad Assad quello che stava accadendo a Mubarak in Egitto, a Ben Ali in Tunisia e presto a Gheddafi in Libia. La popolazione manifestò chiedendo la scarcerazione dei quattro ragazzi, ma Assad rispose alle proteste sparando ai manifestanti. A ogni funerale, una manifestazione e altri morti: inizia così una guerra che dura ancora oggi e che è definita il conflitto più grande dalla seconda guerra mondiale.

Continua a leggere

La guerra in Siria: dalle origini allo scoppio del conflitto

La Siria è uno Stato del Vicino Oriente, la cui capitale è Damasco. Confina a nord con la Turchia, a est con l’Iraq, a sud con la Giordania e a ovest con Israele e Libano. Sempre a ovest si affaccia sul Mar Mediterraneo. La sua posizione è strategica perché il suo attraversamento è obbligato se via terra si vuole trasportare all’Europa gas e petrolio dalle regioni dell’Arabia Saudita. Continua a leggere

Interviste Impossibili: Louis Pasteur

Buongiorno signor Pasteur.
Buongiorno a voi.

Lei è considerato il padre della moderna microbiologia. Tutte le sue grandi scoperte sono state realizzate affrontando i problemi più gravi della metà dell’Ottocento, che riguardavano l’agricoltura, l’industria agraria e l’allevamento. Pensa che oggi la ricerca scientifica vada a passo con i bisogni dell’umanità?

Ahimè, solo di una certa umanità. Esistono patologie che non interessano a nessuno perché non generatrici di profitto. La scienza si è lasciata fagocitare dal capitalismo. Si ricerca solo per denaro. Continua a leggere

Interviste Impossibili: Franz Kafka

Abbiamo il piacere di avere con noi uno dei più grandi scrittori e dei maggiori rappresentanti della letteratura tedesca che con la sua penna ha narrato le angosce, le paure e le inquietudini dell’uomo novecentesco. Sto parlando per l’appunto di Franz Kafka. Benvenuto, signor Kafka.

La ringrazio per le belle parole. È strano sentirle dire dopo tanto tempo.

Continua a leggere