Il prodigio della mezzanotte

Avete mai avuto la sensazione di non sapere cosa fare di voi stessi? Di sentirvi in dovere di inserirvi in un mondo in fermento, dove le battaglie politiche si colorano di vite spezzate, i desideri si accendono e le speranze vengono subito dopo spente? Ecco, questa è la sensazione che annoda la gola di Saleem Sinai, un ragazzo musulmano nato a Bombay allo scoccare della mezzanotte del 15 Agosto 1947, giorno in cui l’India otteneva l’indipendenza dai colonizzatori britannici. Una nascita di buon auspicio quindi, a detta degli indovini locali; un bambino simbolo, per il quale la famiglia riceve lettere e per il quale si hanno grandi aspettative. Continua a leggere

Annunci

Il fu Adolf Hitler

Pensavamo fosse morto (l’istinto) e, invece, lui è tornato!

«Audace, provocatorio, ti arriva in pieno volto»: queste le parole del «generale Sawatzki», una perfetta descrizione di quello che è Er ist wieder da, lungometraggio di successo del 2015 tratto dall’omonimo bestseller di Timur Vermes: metacinema, commedia, black comedy, docu-film, ma personalmente lo definirei un riuscitissimo esperimento sociale- Continua a leggere

Castello Ursino tra Arte antica e contemporanea

La prima volta che entrai nel Castello Ursino fu tre anni fa con la mia classe del liceo. Non rimasi particolarmente impressionato da quella costruzione, la quale, pur non ignorandone l’importanza storica e artistica, non mi colpì poi granché. Forse perché non comprendevo e, anzi, sconoscevo molte cose. Quando, invece, sono ritornato in quel luogo qualche tempo fa, spinto dalla curiosità per la mostra dedicata a Warhol, sono rimasto stupito dalla bellezza e ricchezza che il castello risalente all’epoca di Federico II possiede. Continua a leggere

Io, Claude Monet: un racconto tra inchiostro e pittura

Io, Claude Monet, il nuovo docu-film di Phil Grabsky nell’ambito della stagione della Grande Arte al Cinema, descrive tramite una visione onirica e sensazionale l’opera e la vita dell’artista impressionista. Lo schermo si trasforma in tela su cui la macchina da presa registra le tumultuose pennellate conservate nei diversi musei al mondo; le parole sono alcune delle numerosissime lettere che l’artista rivolse in vita ad amici e cari.

Continua a leggere

San Berillo si fa serie web: la visione del cambiamento

Dai diamanti non nasce niente,
dal letame nascono i fior.
Via del Campo, Fabrizio De André

Il quartiere di San Berillo a Catania è il fallimento della promessa della città moderna. Situato nel cuore del centro storico, esso ha subito una delle più grandi operazioni urbanistiche di sventramento ed espulsione dei suoi abitanti con un’unica volontà: attribuire alla città un volto più moderno che la rendesse la Metropoli del Sud. Oggi il prezzo di quella pretesa si paga ancora con un’importante ferita. Continua a leggere