Orientamente Online!

Cosa vuol dire studiare all’Università?

Spesso sentirete parlare di crediti (CFU = Credito Formativo Universitario), di lezioni, calendari di esami, prove in itinere. In questo capitolo proveremo a fare un po’ di chiarezza a riguardo.

Un anno universitario può essere suddiviso in due grandi momenti: il primo, che va da ottobre ai primi di marzo e il secondo, che va da marzo a luglio. Ad ottobre iniziano le lezioni universitarie: sarete invitati, in certi casi costretti se la frequenza è obbligatoria, a presentarvi tutte le mattine o talvolta i pomeriggi a seguire la lezione in un’aula universitaria. Nota bene che è preferibile sempre recarsi a lezione, seguire e prendere appunti, per essere facilitati alla fase di studio. E’ anche consigliabile studiare di pari passo con lo svolgimento delle lezioni, per non trovarsi ad affrontare il carico di studio tutto in una volta.

A gennaio e febbraio si tiene la prima sessione d’esami: avrete un calendario con due date, talvolta tre, per le materie di cui avete seguito le lezioni. Se non riuscirete a superare o affrontare tutti gli esami della prima sessione, avrete tempo e modo di farlo a quelle successive nelle quali, però, avrete ancora altri e nuovi esami da sostenere.

I primi di marzo inizia il secondo semestre: di nuovo lezioni, nuove materie, fino ad arrivare a giugno e luglio in cui avrete da sostenere gli esami del secondo semestre e talvolta anche quelli del primo se non li avete affrontati alla precedente sessione. Ad agosto l’Università è chiusa, ma non mancherà il vostro dovere: a settembre, infatti, avrete ancora una possibilità per sostenere gli esami del vostro primo anno, quindi nuove date in cui poter affrontare le materie precedenti per iniziare col secondo anno accademico i primi di ottobre.

C’è ancora qualcosa da sapere: talvolta a coloro che frequentano le lezioni i professori concedono la possibilità di svolgere delle prove in itinere: come dice il termine stesso, sono delle prove durante il percorso delle lezioni, che permettono di ridurre il programma che avrete da affrontare per l’esame verificando già in itinere la vostra conoscenza su alcuni argomenti. Non tutti gli insegnanti concedono queste prove, ma quando lo fanno sono una grande possibilità per noi studenti.

Inoltre sappiate che ogni esame ha un tot di CFU: questi, in linea teorica, rappresentano quanto il carico di una materia è grande. Lo studio di una materia da 12 CFU sarà più impegnativo di una da 5 CFU, così ci saranno più lezioni da calendario per quelle da 12 che per quella da 5. Possiamo garantirvi, sulla base della nostra esperienza, che non è sempre così. Tuttavia questo aspetto, in alcune università d’Italia, serve al fine del superamento dell’anno accademico: è necessario raggiungere un tot di CFU conseguiti per passare dal primo al secondo anno, altrimenti si ricomincia il primo come anno fuori corso.

L’ultima cosa da sapere è che, talvolta, esistono delle materie propedeutiche ad altre: questo significa che sarà necessario che voi sosteniate e superiate un esame X per poi sostenere l’esame Y. Il primo vi fornirà delle conoscenze propedeutiche al superamento del secondo, senza le quali non potrete andare avanti. Bisogna fare attenzione a questo aspetto per evitare spiacevoli inconvenienti.

Frequentare le lezioni è importante anche per sapere dall’insegnante cosa nello specifico e da dove studiare, per fare amicizia con altri colleghi e restare a passo con lo studio. Fare gruppo, all’Università, è importante come al liceo per unire le forze e affrontare insieme questo tanto meraviglioso quanto difficile mondo!

Buona fortuna a tutti!

Vi lasciamo quindi i link alle pagine dedicate ai diversi indirizzi:

Inoltre vi lasciamo dei resoconti di esperienze di alcuni ragazzi che hanno frequentato le seguenti realtà:

Annunci