Biologia (Scienze Biologiche)

ParlaMente Vi informa che le seguenti informazioni sono date da uno studente di Scienze biologiche della facoltà di Catania, attualmente al terzo anno.

Se alla fine della lettura avrai altri dubbi o curiosità, puoi scriverci all’indirizzo parlamenteprogetto@gmail.com

La nostra associazione curerà di inoltrare la tua richiesta a chi di interesse, che si preoccuperà di offrire ulteriori chiarimenti.

 

Qual è la durata del corso in Scienze biologiche?

3 anni

Quali sono le sedi in cui questo indirizzo è attualmente (anno 2018-2019) presente in Italia? 

Le sedi italiane dove si può intraprendere il corso di studi in Scienze biologiche sono le seguenti: Ancona, Bari, Benevento, Bologna, Camerino, Catania, Ferrera, Firenze, Genova, L’Aquila, Lecce, Messina, Milano (2 sedi), Modena, Napoli (3 sedi), Palermo, Pavia, Perugia, Pisa, Roma (3 sedi), Sassari, Siena, Torino, Treste, Urbino, Vercelli, Viterbo.

Qual è la modalità di accesso a questa facoltà universitaria?

Per accedere al corso di studi è necessario svolgere il test d’ingresso (non di tipo nazionale come Medicina ma locale) e ottenere un punteggio che consenta di classificarsi entro il numero di posti disponibili. Al fine della determinazione della copertura dei posti disponibili si farà riferimento ad una graduatoria di merito. La prova d’ingresso consiste in 50 quesiti a risposta multipla così suddivisi: 10 di Biologia, 10 di Chimica, 10 di Fisica, 20 di Matematica di base. Nella valutazione della prova sarà attribuito il punteggio di: 1 per ogni risposta esatta; 0 per ogni risposta non data; – 0,25 per ogni risposta errata.

A parità di punteggio, ai fini della graduatoria, si terrà conto nell’ordine:

  • voto finale di diploma più alto
  • più giovane età anagrafica

 Quali sono gli argomenti su cui vertono le domande del test?

MATEMATICA DI BASE 1) Numeri 2) Algebra 3) Geometria 4) Funzioni, grafici, relazioni 5) Combinatoria e probabilità 6) Logica e linguaggio 7) Modellizzazione, comprensione, rappresentazione, soluzione di problemi

BIOLOGIA 1) Molecole biologiche 2) Organizzazione della cellula 3) Fondamenti di genetica. 4) Basi cellulari della riproduzione e dell’ereditarietà. Riproduzione e sviluppo. Cicli vitali. 5) Elementi di anatomia e fisiologia degli animali e dell’uomo 6) Elementi di anatomia e fisiologia dei vegetali 7) Biodiversità, classificazione, evoluzione 8) Elementi di bioenergetica 9) Elementi di ecologia 10) Elementi di biotecnologie

FISICA 1) Cinematica e Dinamica del punto materiale 2) Meccanica dei fluidi 3) Gas e termodinamica 4) Elettrostatica e correnti elettriche 5) Oscillazioni, onde e ottica 6) Magnetismo 7) Campo elettromagnetico 8) Fisica Moderna

CHIMICA 1) Proprietà macroscopiche della materia 2) Proprietà microscopiche della materia e composizione delle sostanze 3) Reazioni chimiche e stechiometria 4) Andamenti periodici e struttura atomica 5) Composti, proprietà e nomenclatura dei composti. Soluzioni e proprietà delle soluzioni 6) Termodinamica e cinetica 7) Acidi e Basi 8) Ossidazioni e riduzioni 9) Chimica organica 10) Chimica applicata

Come prepararmi al test?

Per prepararsi al meglio al test d’ingresso è necessario conoscere gli argomenti di ogni categoria di domande (biologia, fisica, chimica e matematica di base) ed è molto utile “allenarsi” svolgendo le prove degli anni precedenti che si trovano su internet. È importantissimo leggere bene i quesiti per evitare fraintendimenti, inoltre andare a rivedere gli argomenti di eventuali risposte errate è sicuramente molto utile. Durante il test si avrà un tempo limitato per lo svolgimento della prova quindi può aiutare molto attenzionare il tempo durante il vostro “allenamento”.

Qual è il programma di studi?

PRIMO ANNO

Primo semestre:

Lingua Inglese 3
Citologia e Istologia 9
Chimica generale e inorganica 9
Gruppo OPZIONALE A:

Anatomia umana

Analisi biochimiche per la diagnostica medica

Diagnostica batteriologica e antibiotico sensibilità

Elementi di biotecnologie mediche

Tecniche citogenetiche e molecolari

Tecniche di conservazione del germoplasma

Tecniche biochimiche e biomolecolari

6

Secondo semestre:

Botanica 9
Fisica 8
Istituzioni matematiche 8
Zoologia 9

SECONDO ANNO

Primo semestre:

Biologia dello Sviluppo 6
Chimica Organica 9
Genetica 9

Secondo semestre:

Biochimica 9
Ecologia + Ecology 3+6
Igiene + Statistica 6+3
Microbiologia 9

TERZO ANNO

Primo semestre:

Anatomia comparata + Evoluzione biologica 6+3
Biologia Molecolare 9
Morfologia vegetale + Fisiologia vegetale 3+6

Secondo semestre:

Fisiologia 9
Attività a scelta dello studente 12
Abilità informatiche 2
Gruppo opzionale: Tirocinio

Tirocinio curriculare

Tirocinio aggiuntivo 1

Tirocinio aggiuntivo 2

4
Prova finale 4

Durante questo corso di studi, ci sono dei tirocini da frequentare? Se sì, in cosa consistono?

Durante il corso di laurea è previsto un tirocinio formativo obbligatorio con cui lo studente potrà acquisire competenze pratiche, oltre a quelle teoriche, durante il secondo semestre del terzo anno. Questo può essere svolto presso strutture interne all’università o presso aziende, strutture della pubblica amministrazione e laboratori convenzionati con l’università.

La frequenza alle lezioni è obbligatoria?

La frequenza è obbligatoria per le attività per le quali essa è esplicitamente prevista dal piano ufficiale degli studi. Gli studenti a cui è riconosciuto lo status di studente lavoratori, studente atleta, studente in situazione di difficoltà o studente con disabilità avranno la possibilità di sostenere gli esami negli appelli straordinari riservati agli studenti fuori corso e potranno usufruire di supporto didattico aggiuntivo concordato con i docenti delle discipline. Lo studente che non abbia acquisito la frequenza degli insegnamenti previsti dal proprio percorso formativo, nell’anno di corso precedente, è iscritto regolarmente all’anno successivo, fermo restando l’obbligo di frequenza degli insegnamenti di cui non ha ottenuto l’attestazione di frequenza.

E dopo la laurea? (sbocchi lavorativi, abilitazione alla professione )

I laureati potranno sostenere l’Esame di Stato per l’abilitazione all’esercizio della professione di biologo junior e ottenere l’iscrizione all’Ordine Nazionale dei Biologi (sezione B). Il biologo junior può svolgere le proprie funzioni professionali, in ruoli tecnici esecutivi di assistenza agli specialisti in diversi ambiti occupazionali ad esempio come tecnico di laboratorio nei settori agro-alimentare, di ricerca, industria farmacologica, controllo di qualità, nei laboratori di analisi cliniche e in tutti quei campi, pubblici e privati, dove si debbano classificare, gestire e utilizzare organismi viventi e loro costituenti e gestire il rapporto fra sviluppo e qualità dell’ambiente; negli studi professionali impegnati nel campo della valutazione di impatto ambientale, della elaborazione di progetti per la conservazione e per il ripristino dell’ambiente e della biodiversità e per la sicurezza biologica; nel campo della comunicazione, diffusione e informazione scientifica, editoria scientifica in ambito biologico-naturalistico. Per avere più opportunità lavorative è preferibile proseguire con il Corso di Laurea Magistrale. Con la Laurea Magistrale, dopo aver superato l’Esame di Stato, è possibile iscriversi all’Albo dei Biologi Senior. Chi ha la Laurea Magistrale svolgerà mansioni diverse in base al corso specifico che ha frequentato: tecnico di laboratorio, nutrizionista, zoologo, biologo, ricercatore, biochimico, biofisico e così via.

Ci sono sedi universitarie migliori di altre?

Secondo la classifica del CENSIS (Centro Studi Investimenti Sociali), basata sulla progressione della carriera e sui rapporti internazionali, le migliori facoltà di scienze biologiche si trovano a Pavia, Bologna, Padova e, al primo posto, Camerino.

In media gli studenti riescono a laurearsi in tempo a questa facoltà? (Risposta con alma laurea)

Mediamente gli studenti di scienze biologiche terminano il corso di studi impiegando 4 anni (uno in più del previsto) con un voto medio di laurea che supera il 107, superiore quindi alla media generale del complesso dei laureati

E’ obbligatorio accedere alla specializzazione dopo la laurea in  Scienze biologiche?

La specializzazione non è obbligatoria ma le possibilità lavorative per il biologo junior sono sicuramente più limitate rispetto a quelle che possono essere svolte da un biologo specializzato.

È possibile convalidare materie nel caso in cui si volesse tentare un passaggio alla facoltà di Medicina?

Alcune materie sostenute durante il corso di laurea in Scienze biologiche possono essere convalidate a Medicina se il numero dei crediti e il programma corrispondono. Rimane comunque una decisione del professore se convalidare o meno l’intera materia o parte di essa. Nel caso specifico le materie che possono essere convalidate sono: fisica, statistica, chimica, istologia ed embriologia, microbiologia, lingua inglese e biochimica.

Annunci