Inchiesta sprechi: Parco lineare

Ne è passata tanta di vita sui binari che dalla stazione di Dittaino si allungavano fino a Caltagirone. La linea ferroviaria in questione, 71,15 km, era a scartamento ridotto: curve con raggio inferiore e ruote piccole, più adatte a percorsi montani e ancor più ad esigenze di risparmio. Era il 25 aprile 1912 quando la prima tratta fu completata (Dittaino-Valguarnera, 13, 856 km); nel 1914 il secondo tratto congiunse Valguarnera a Grottacalda, il complesso minerario dove lavoravano migliaia di minatori. Il 7 settembre 1920 venne raggiunta Piazza Armerina.

Continua a leggere

Inchiesta sprechi: Museo Hoffman

All’entrata Nord della città di Caltagirone si trova la fatiscente struttura della Fornace Hoffmann. Sono in pochi a poter dire di essere entrati, almeno una volta nella vita, in quello che qualche anno fa era un centro di cultura tra i più importanti e moderni del Calatino, e che ora versa in uno stato di totale abbandono. La storia della Fornace Hoffmann è una di quelle che hanno fatto sognare e amaramente provocato delusione a chi, in questa terra, sogna un futuro dove la trasmissione e la diffusione della cultura vada di pari passo con la modernità.

Continua a leggere

Di milioni sotto il non-ponte ne passano…

Che tu abbia tentato di attraversare via terra la Sicilia da siciliano o da turista, avrai sicuramente fatto i conti con le immonde difficoltà di spostamento per una terra tanto cortese nella sua gente, quanto inospitale nelle sue linee ferroviarie; l’ultima impresa che resta, a te come all’Italia intera, è sul punto di attraversare lo Stretto, lì dove un’opera di avanguardia artistica – sì raffinata da far concorrenza alle migliori dell’Astrattismo – non ha mai avuto forma. Qualcuno sopra questa, però, aveva cominciato a lavorarci e, come accade quando commissioni qualcosa che ad un certo punto non vuoi più, ci siamo andati sotto; specialmente perché, come in questo caso, di cifre e speranze ne abbiamo lasciate intendere tante. Continua a leggere