Terrore israeliano

Quella di Netanyahu è una vittoria che nasconde un significato molto profondo, e che non va trascurato. Benjamin Netanyahu, classe 1949, è il “nuovo” presidente dello Stato di Israele, dopo la sua consecutiva vittoria alle elezioni presidenziali avvenuta solamente due giorni fa. Leader del partito Likud, Netanyahu è un politico di una destra conservatrice e nazionalista. L’elezione degli ultimi giorni ha avuto come vertice il terrore che ha il popolo israeliano prova quotidianamente sentendosi minacciato dai vari Stati musulmani che non riconoscono la sua legittimità. Le paure non sembrano essere del tutto infondate: da poco più di un mese l’Iran ha affermato di armare ribelli palestinesi per la lotta contro Israele e di voler dotarsi di energia nucleare (cosa che se non venisse fatta in modo controllato sarebbe un’occasione per l’Iran di iniziare a possedere armi nucleari). Continua a leggere