L’esigenza di saper raccontare la Storia

Altri paesi d’Europa si sono già posti il problema, diversi anni fa ormai: come comunicare con le nuove generazioni? E, soprattutto, come con quelle del domani, vista la continua evoluzione dello strato sociale delle popolazioni? In Francia, ad esempio, nel 2000 si calcolava che circa il 13% della popolazione totale fosse di origine africana (cioè si stima 9 milioni di persone), non è difficile riflettere sul fatto che buona parte di quegli individui provenissero dalle antiche colonie francesi, Senegal, Algeria, Marocco, Tunisia, volendo volontariamente tralasciare quelle sparse in altre aree del mondo. Continua a leggere

Annunci

Quello che non ti dicono sull’immigrazione

A soli 18 anni ho avuto l’opportunità, grazie all’associazione scout AGESCI di cui faccio parte, di scoprire la realtà di Lampedusa, di vedere e toccare con mano sicura ciò che spesso viene accennato in televisione, di comprendere le vere dinamiche del fenomeno migratorio mascherato come sempre dal velo che l’informazione indiretta è solita porre.

Ebbene, ciò che riporterò è una realtà cruda, scomoda e dolorosa, una realtà che mi ha fatto aprire gli occhi, che mi ha lacerato il cuore, ma che soprattutto mi ha reso consapevole. Continua a leggere

Primarie Usa: il programma di Cruz

Nel precedente articolo in cui abbiamo descritto il programma politico di Donald Trump, è stato detto anche come quest’ultimo non sia molto gradito non solo dalla stampa, ma anche – e soprattutto – dall’Establishment del Partito Repubblicano stesso.
L’unico candidato che però pare essere in grado di infastidire The Donald, è Ted Cruz: senatore del Texas con idee ultra conservatrici ma anche lui acerrimo nemico dell’establishment del GOP, forse ancor più di Trump.
Cruz infatti critica aspramente i Repubblicani che siedono al congresso definendoli “rammolliti”, accusandoli inoltre di essersi “Democraticizzati” (motivo per il quale i “poteri forti” del Partito Repubblicano appoggiano Rubio ma che, lo dicono i numeri, pare essere tagliato fuori dalla corsa alle primarie).
Continua a leggere

Primarie Usa: il programma di Trump

 

Negli States è tempo di primarie e, dopo aver illustrato nelle scorse settimanei programmi dei candidati DEM (Clinton – Sanders), è ora il turno dei conservatori del Partito Repubblicano. Nel GOP (Grand Old Party) a regnare sovrana è la confusione; in quattro, infatti, si danno battaglia in ogni Stato: l’ultraconservatore Ted Cruz, il “pittoresco” Donald Trump, il più moderato Marco Rubio ed infine, più defilato e meno appariscente (quasi del tutto sconosciuto alle nostre latitudini) John Kasich. Continua a leggere

Primarie Usa: il programma di Sanders in 5 punti

Nel testa a testa democratico abbiamo già analizzato il programma politico di Hillary Clinton. Oggi tocca allo sfidante e outsider di queste primarie, il senatore del Vermont Bernie Sanders. Continua a leggere