Il problema non è la Sicilia ma i siciliani

A distanza di alcune settimana dalla visita del cantautore–professore Roberto Vecchioni presso l’ateneo universitario di Palermo non si placano le polemiche per le parole poco lusinghiere che l’artista d’origine brianzola ha dedicato alla Sicilia. Durante una conferenza indetta dall’associazione Genitori e figli: istruzioni per l’uso, Vecchioni non ha scelto vie diplomatiche per esporre il suo pensiero, definendola senza mezzi termini un’“isola di merda” e dicendosi profondamente dispiaciuto per un popolo che non è più in grado di reagire, assuefatto e rassegnato ad ogni forma di malgoverno. Il tutto forse diretta conseguenza di quella manifesta incapacità d’apprezzare quanto bella e ricca di storia, d’arte e cultura siano quelle terre. Sembra essere soprattutto questo che Vecchioni, docente di lettere classiche, perdona meno di tutto ai siciliani.Monta subito la polemica sui social network, con gran parte del popolo siciliano che si dice profondamente indignato per le offese ricevute. Continua a leggere

Capitano Cristoforetti, la celebriamo noi!

Sembra essere sempre più una questione culturale: il popolo italiano non è minimamente in grado di celebrarsi, di darsi lustro. Cerca di minimizzare anche grandi avvenimenti che vedono coivolta la sua comunità nazionale. Eventi che, da Lampedusa al Brennero, potrebbero renderla fiera una volta tanto. Continua a leggere