Meridione all’era a.C.: giovani, è tempo di restare!

Il Natale si avvicina e alcuni luoghi si accendono sempre di più. Più dei centri delle città con le loro vetrine luccicanti, più delle strade – vie lattee colorate, più delle case e i loro presepi, in attesa che l’ultimo bimbo posizioni Gesù. Luoghi illuminati dai sorrisi, strapieni di lacrime, intrisi di abbracci. Sfavillanti di emozioni e pullulanti di gente, ecco così gli aeroporti. Gli aeroporti del Sud. Continua a leggere

Orgoglio siciliano

L’Italia è una nazione frammentata. È divisa in 20 regioni e ognuna di esse può a buon diritto rivendicare una propria identità, una propria storia e molto spesso anche un proprio dialetto. L’origine di questa frammentazione è da ricercare nella storia della nostra penisola, che dopo la disgregazione dell’Impero Romano ha visto la creazione di diverse entità territoriali indipendenti, dai Comuni fino a veri e propri Regni. Attorno al 1800, grazie al patriottismo propugnato dalla corrente letterario-filosofica del romanticismo, fra gli abitanti della penisola italica cominciò a delinearsi uno spirito patriottico che di lì a qualche decina d’anni avrebbe portato alla riunificazione di quasi tutti i territori peninsulari sotto uno stesso Regno. L’Italia era fatta. Bisognava allora fare gli italiani, come ebbe a dire Cavour, uno dei più strenui fautori della riunificazione. Continua a leggere