Volta la carta, storia di una Storia dimenticata nel cassetto

Flick, giurista, politico e accademico italiano, ha avuto modo di affermare che «è più che mai necessario rileggere la Carta fondamentale prima di pensare a riscriverla come alcuni chiedono. Prima di domandarsi se essa è ancora attuale, ci si deve chiedere quanto è stata attuata.»

Continua a leggere

Annunci

Guida rapida alle ideologie politiche: Capitolo III, Il Fascismo

Tenetevi forte e allacciate le cinture, il terzo capitolo della nostra antologia di ideologie sarà un viaggio indietro nel tempo. Destinazione: l’Europa degli anni venti. Di quale filosofia politica ci occupiamo oggi? Del fascismo. Continua a leggere

Guida rapida alle ideologie politiche: Capitolo II, Il Liberalismo

Possiamo definire il liberalismo come la prima dottrina politica scientificamente elaborata. Avente come padre l’Illuminismo e come madre la Rivoluzione Francese, il liberalismo ha come scopo la tutela della libertà dell’individuo sopra ogni cosa. Il liberalismo, nelle sue diverse forme, è l’attuale sistema politico dominante nel mondo. Ma procediamo con ordine. Diversamente dal socialismo, la dottrina liberale ha un inizio databile storicamente. Continua a leggere

Guida rapida alle ideologie politiche: Capitolo I, Il Socialismo

Oggi il mondo vive nel sistema economico capitalistico. Esso è basato su due forze diverse:

  • Il capitale, cioè coloro che esercitano potere tramite il denaro, come banchieri e imprenditori.
  • Il lavoro, tutti coloro che per vivere non si dedicano principalmente ad investire soldi, ma a offrire se stessi per svolgere un lavoro fisico o intellettuale.

Continua a leggere

Faccende di Cuore

L’Italia era stata fatta, ma le differenze preesistenti rimanevano: lingue diverse, cittadini legati ai propri ex-regnanti, dubbi sull’effettiva utilità del processo di unificazione. De Amicis ne era ben consapevole quando scrisse Cuore, e sapeva bene a cosa mirava: un libro avvincente, facile alla lettura, ricco di storie esemplari, che riuscisse a raggiungere il pubblico più ampio possibile. Un libro che insegnasse l’italiano come lingua e l’italianità come qualità. Questa “italianità” che nel 1886, anno di pubblicazione, era ancora un concetto vago, più idealistico che reale. Continua a leggere